Guidiamo la trasformazione energetica verso un futuro migliore

CEA, innovazione e sostenibilità al servizio del progresso.
Company Profile

Chi Siamo

CEA-Compagnia per l’Elettricità e l’Acquacoltura S.r.l. – è una società con sede a Gorizia del gruppo imprenditoriale Energia Capitale.

CEA è proprietaria della centrale termoelettrica situata nella zona industriale del capoluogo di provincia friulano.

L’attività industriale nel sito è incentrata sulla produzione di energia da impianti di cogenerazione e fotovoltaici.

Questo energy mix permette a CEA di produrre energia elettrica in modo efficiente e sostenibile, sfruttando fonti di energia rinnovabile e tecnologie innovative.

0

Mq di superficie

0

GWh di elettricità prodotta

0

GWh di energia termica prodotta

LA RINASCITA del SITO

Il sito industriale di Gorizia

Dal 2020 CEA è proprietaria del sito industriale di via Giuseppe Ressel 2/d a Gorizia che, grazie ad importanti investimenti e ad una concreta visione della società, è stato riqualificato e rivampato nel 2021 dopo quasi un decennio di dismissione.

Dislocato su una superficie di 15.000 mq, esso si compone di una centrale termoelettrica da 10 MWh, in grado di garantire una produzione annua di 70 GWh di energia elettrica e 140 GWh di energia termica.

La sua è una struttura modulare composta da 3 motori Rolls-Royce Bergen alimentati a gas metano, con una potenza nominale di 3.350 kW ciascuno.

Il complesso si compone altresì di un impianto fotovoltaico ed una centrale secondaria con potenza installata di 1 MWh composta da tre motori MAN da 380 kW ciascuno alimentati a gas naturale.

Prossimamente il sito sarà arricchito da una serra per la coltivazione con tecnologia acquaponica.

BUSINESS MODEL

Un Energy Mix proiettato nel futuro

Cogenerazione a gas naturale

Sfruttamento efficiente del gas naturale per produrre simultaneamente energia e calore.

Fotovoltaico

Impiego di impianti fotovoltaici per la produzione di energia 100% green con potenza installata di 80KW per una produzione annua di 98 KWh. L'impianto alimenterà la serra acquaponica.

Recupero dell'energia termica

Utilizzo dell'energia termica generata nel processo produttivo.

Serra Acquaponica

Un innovativo approccio che sfrutta l'energia termica e fotovoltaica per ottenere prodotti vegetali a zero contaminazione e senza emissioni inquinanti nell'atmosfera, all'interno di un ciclo continuo.
Il nostro Fiore all'occhiello

Energy Farm

La produzione agricola attraverso coltivazione in acquaponica rappresenta il fiore all’occhiello delle attività di CEA. Questo innovativo approccio sfrutta l’energia termica e fotovoltaica con l’obiettivo primario di ottenere prodotti vegetali a zero contaminazione e senza emissioni inquinanti nell’atmosfera, all’interno di un ciclo continuo.

La coltivazione in acquaponica è una forma di agricoltura mista ad allevamento sostenibile che combina acquacoltura e coltivazione idroponica per creare un ambiente simbiotico. In questo sistema, l’acqua proveniente dalle vasche per l’acquacoltura viene pompata nelle vasche idroponiche.

Le piante presenti nelle vasche idroponiche filtrano l’acqua, rimuovendo sostanze di scarto dai pesci e contemporaneamente assorbendo nutrienti. L’acqua così depurata può essere reintrodotta nelle vasche per l’acquacoltura, chiudendo il ciclo in modo sostenibile ed efficiente. 

Questa pratica riflette l’impegno di CEA nello sviluppo e attuazione di tecnologie 100% green in grado di massimizzare la produzione e rispettare l’ambiente.

Contatti

Simona Randazzo - CEO

Un messaggio dalla nostra CEO

Rappresentare un’azienda come CEA è un onore e una responsabilità che da subito ho accettato con grande determinazione.

Il cammino della società è fatto di sfide e di opportunità che non vedo l’ora di poter cogliere e sono certa che con un grande lavoro di team si possano raggiungere risultati straordinari. Impegno e competenza sono valori essenziali per guidare un’azienda verso nuovi traguardi di successo, ma la pianificazione e l’attenta definizione degli obiettivi sono irrinunciabili per il crearsi delle condizioni affinché si realizzi il risultato prefissato.

Prima di entrare a far parte del gruppo Energia Capitale nel 2016, non avevo un’idea chiara su quello che sarebbe stato il mio percorso. La mia prima esperienza lavorativa, durata ben 9 anni, mi ha consentito di continuare gli studi, laurearmi e raggiungere l’indipendenza economica senza dover gravare sulle spalle della mia famiglia. Per una donna, una delle sfide più importanti risiede nel saper conciliare la vita professionale con quella privata, riuscendo a sviluppare la propria carriera senza rinunciare alla realizzazione di un progetto familiare. Questo connubio, che tempo fa vedevo come un obiettivo lontano, oggi è il mio presente, nel quale il ruolo che ricopro non rappresenta il punto di arrivo del mio percorso di crescita, bensì l’inizio di uno sempre nuovo.

Rilevare la proprietà del sito industriale di Via G. Ressel è un motivo di orgoglio per la nostra società, derivante dalla consapevolezza della valenza della nostra attività, sia in termini economici, quanto di rilancio dell’occupazione e riqualificazione del territorio.

Recuperare e rivampare un sito dismesso da quasi un decennio e restituirlo alla collettività in una chiave moderna, sostenibile ed efficiente è un elemento dal quale traggono infatti un grande e costante beneficio anche il territorio e le comunità locali.

In un periodo di transizione come quello che stiamo vivendo oggi, è fondamentale saper riscrivere i paradigmi in un’ottica trasversale e ad ampio raggio, ridefinendo gli obiettivi e creando un percorso virtuoso per raggiungerli. La vision che guida CEA nello svolgere la propria attività si basa proprio sulla ridefinizione dei canoni organizzativi ed operativi degli asset gestiti e guidarne la transizione in una modalità totalmente al passo con i tempi e nel pieno rispetto delle politiche in materia.

La realizzazione della Energy Farm nel sito industriale è per CEA, così come per l’intero comparto industriale, una grande sfida che ci condurrà nel futuro e che rappresenterà un modello scalabile. I nuovi paradigmi produttivi incentrati sulla ricerca e sviluppo di nuove tecnologie in grado di massimizzare la produzione da fonti 100% green non possono prescindere da modelli industriali sempre più orientati verso il tema della circolarità.